Archivi del mese: marzo 2017

Gallinella d’acqua (Gallinula chloropus)

È attiva nelle ore diurne e al crepuscolo, ed essendo meno schiva di altri Rallidi è facile osservarla nuotare negli spazi aperti o pascolare sul terreno. Il volo è lento e di solito molto breve. È restia a volare e, se vi è costretta, si alza pesantemente. In caso di pericolo preferisce immergersi sott’acqua nuotando con abilità anche per lunghi tratti. Cammina con grazia ed eleganza, mantenendo il corpo quasi orizzontale e il dorso ricurvo, e abbassando ed alzando ritmicamente la coda.

VAI ALLA SCHEDA

Merlo (Turdus merula)

logo_sfondo_trasparenteAbitante dei giardini delle grandi città quanto delle siepi delle campagne il Merlo (Turdus merula Linnaeus, 1758)  è una specie politipica che annovera 15 sottospecie, ampiamente distribuita a livello paleartico. Nidificante, parzialmente sedentaria, in Sicilia e in numerose isole minori. Alla popolazione riproduttiva si aggiungono, nel periodo autunno-invernale, anche contingenti migratori e/o svernanti. Apprezzato selvatico, assieme al Tordo Bottaccio rappresenta ancor’oggi una preda molto ambita dai migratoristi italiani. Oggetto di lunga tradizione venatoria, può essere insidiato da appostamento fisso con l’ausilio di gabbie (nord e centro Italia) o “al passo” da appostamento temporaneo (centro e sud Italia) oppure ancora con il cane da ferma, e rappresenta un volatile divertente e dinamico da ricercare.

VAI ALLA SCHEDA